Formia. Iniziata la festa di Sant’Erasmo, vescovo e martire.

884268250.jpgkdwf0k.jpgo8f6zp.jpgCon la solenne messa presieduta dal predicatore ufficiale della novena, padre Antonio Rungi, passionista della comunità di Itri (Lt), è iniziata la festa di Sant’Erasmo Patrono della città di Formia. La messa solenne concelebrata dal parroco, don Alfredo Micalusi ha visto la partecipazione di oltre 500 fedeli nella Piazza Sant’Erasmo, autorità civili e militari del territorio. La celebrazione è stata animata dalla corale parrocchiale. Il servizio liturgico è stato svolto dai ministranti della parrocchia. Iniziata alla 19,30 la messa si è conclusa verso le 21, quando nella piazza dopo la benedizione del gonfalone in onore di Samt’Erasmo lo stesso è stato sistemato in alto, ben visibile a tutti, per indicare l’inizio dei solenni festeggiamenti che si concluderanno il giorno 2 giugno. L’omelia è stata tenuta da parroco, don Alfredo Micalusi che ha sottolienato lo stretto rapporto tra il martirio di Sant’Erasmo e il “martirio” dei giudici Falcone-Borsello, con la moglie di Falcone e gli agenti della scorta di entrambi i magistrati, uccisi a Palermo 20 anni fa. E nel nome di Falcone-Borsellino si è svolto anche il concerto di musica davanti alla chiesa di Sant’Erasmo, alle 22.00. Si è dato il via così a dieci giorni di intenso lavoro pastorale, spirituale e civile in vista della festa del venerato patrono della città di Formia che gode in città di uno straordinario culto. La festa di quest’anno che sarà preparata spiritualmente da padre Antonio Rungi, noto missionario passionista, coincide con i 150 anni della nascita della città di Formia e  e dei 75 anni della proclamazione di Sant’Erasmo patrono della città. Motivi in più per partecipare alla fase preparatoria della festa con la solenne novena che da dopodomani si trasferisce in cielo. E proprio nella chiesa che questa sera è stata intronizzata la statua di Sant’Erasmo esposta alla venerazione del pubblico nella sua chiesa, dove sono ancora in corso i lavori sotto la cripta, ove è stato rinvenuto il luogo del martirio del grande santo patrono dei naviganti. “Iniziamo questa sera ha detto padre Rungi un lungo itinerario spirituale e di preghiera che ci porterà lungo i nove giorni della novena ad incontrare ed incrociare il messaggio di fede, fortezza e speranza di Sant’Erasmo che deve sostenere tutti in questo momento particolarmente difficile per tutti. Vi invito a partecipare numerosi alla novena predicata per far si che il messaggio che intendiamo lanciare in questa festa raggiunga tutti e ciascuno di voi e tramite voi raggiunga tutti i formiani vicini e lontani”

Formia. Iniziata la festa di Sant’Erasmo, vescovo e martire.ultima modifica: 2012-05-23T22:32:00+00:00da pace2005
Reposta per primo quest’articolo