GAETA (Lt). SUOR ZENAIDA 25 ANNI DI PROFESSIONE RELIGIOSA

2013-06-07 20.12.29.jpgTre feste insieme, venerdì 7 giugno 2013 a Gaeta, nel Santuario della Madonna Annunziata, punto di riferimento spirituale per la città di Gaeta. In questa splendida chiesa alle ore 18,30 del 7 giugno 2013 si è svolta la solenne celebrazione eucaristica presieduta dall’arcivescovo di Gaeta, mons. Fabio d’Onorio, in occasione della solennità del Sacro Cuore, dell’inizio dei festeggiamenti in onore dei santi patroni di Gaeta e dell’arcidiocesi, i santi Erasmo e Marciano, e soprattutto per il 25 anniversario della professione religiosa di Suor Zenaida Aranda delle Suore Francescane del Sacro Cuore di Gianola di Formia. Alla celebrazione hanno partecipato vari sacerdoti e diaconi, tra cui Vicario Generale dell’Arcidiocesi, mons. Giuseppe Sparagna, parroco della stessa Chiesa, padre Antonio Rungi della comunità dei passionisti della Civita, diverse suore di varie congregazioni, le autorità civili e militari della città e del comprensorio.
E’ stata una bellissima e sentita celebrazione, conclusa con la deposizione dei fiori ai piedi dei santi Erasmo e Marciano da parte dell’Amministrazione comunale di Gaeta.
Il delegato del Sindaco ha rivolto bellissime e sentite parole al vescovo e a tutti i presenti. Anche suor Zelaida ha voluto ringraziare tutti e soprattutto i suoi genitori (il papà è morto) e la sua mamma molto lontana che non è potuta venire in Italia per questa bellissima ricorrenza per lei. E’ proprio vero che quando nei momenti belli ti mancano i tuoi cari non sai gioire più di tanto e profondamente. Suor Zenaida è molto conosciuta nella Diocesi per un dono straordinario che il Signore le ha fatto: ha una voce bellissima e canta in modo splendido e poi dirige i cori di due parrocchie della Diocesi, assemblati per questa sera in una schola cantorum dalle grandi proporzioni e dalle meravigliose prestazioni canore con il servizio reso alla liturgia nella sera del 7 giugno in un clima di festa generale per i vari motivi. Scrive la religiosa: “Al Signore Gesù Cristo che mi volle sua sposa nel servizio di lode da 25 anni lode e gratitudine nella chiesa”. Ed aggiunge: “Magnifica con me il Signore”, invitando tutti a rendere lode a Dio per il dono della sua consacrazione, che manifesta totalità, fedeltà e costanza e che vale di esempio per religiosi e laici.
Subito dopo la messa tutti i convenuti hanno condiviso un momento di fraternità presso l’oratorio di S.Paolo in Piazza Trieste, a Gaeta.
 
Domenica 9 giugno alle ore 11,00 con i giovani di Gianola, Suor Zenaida ringrazierà il Signore per il dono della vocazione con la santa messa presieduta dall’Arcivescovo di Gaeta, nella tenda dell’incontro dell’Istituto “Mater Divinae Gratiae” di Gianola.
 

La Congregazione delle Suore Francescane dei Sacri Cuori, venne fondata nel 1866 dal beato Padre Simpliciano della Natività.

Il Beato Fra Simpliciano della Natività, (al secolo: Aniello Francesco Saverio Maresca), nacque a Meta di Sorrento (NA) l’11 maggio 1827. nel 1844, vestì l’abito francescano nella Provincia Napoletana dei Frati Minori “Alcantarini”. Fu ordinato sacerdote nel 1852.

            Guarito, per intercessione di San Giuda Taddeo, da una grave malattia, divulgò il culto al Santo Apostolo in varie zone dell’Italia Meridionale. A Portici, nel 1859, dette vita ad una scuola popolare gratuita per i “figli del popolo”, per riscattarli dalla povertà e dai pericoli della strada.

            Nel 1869 i Superiori lo chiamarono a Roma, affidandogli l’ufficio di Segretario della procura generale dei Frati, presso la Curia generalizia dell’Ordine Dei Frati Minori. Attento alle necessità dei sofferenti, prestò la sua opera di esperto padre spirituale alle giovani donne, vittime di una vita disordinata, ricoverate presso l’ospedale romano della Consolazione, riconducendone molte ad una vita autenticamente cristiana. Per la loro riabilitazione e il reinserimento nella società, nel 1879 fondò l’Ospizio di S. Margherita, incoraggiato dal Papa il Beato Pio IX, dal Ministro generale dei Frati Minori e Servo di Dio P. Bernerdino da Portogruaro e dagli stessi Reali d’Italia.

            Per la continuità della sua opera ardita e precorritrice, nel 1886 fondò a Roma la Congregazione della Suore Francescane dei Sacri Cuori, che rende attuale il carisma di carità e di servizio agli ultimi del venerato Fondatore.

            Fr Simpliciano si spense in fama di santità a Roma il 25 maggio 1898. i suoi resti mortali riposano a Capua, presso la Casa Madre dell’Istituto: Santa Caterina.

Dai suoi contemporanei fu definito un “vero Angelo di beneficenza”.

Nei suoi pensieri spirituali leggiamo infatti tanti insegnamenti proprio nel campo della carità

            La carità non ha colori, non fa preferenze, abbraccia tutti, previene i bisogni, perdona i colpevoli e cura le piaghe della società.

            L’Eucaristia illumina la mente di purissima luce, infiamma il cuore, purifica gli immondi, riscalda i tiepidi, fortifica i deboli.

            Chi parla troppo danneggia l’anima sua, e nel molto parlare non manca il peccato.

            Sforzati di possedere la virtù del silenzio, che è la chiave e lo scrigno nel quale si conservano tutte le altre virtù.

            Nell’orazione, l’anima si purifica dai peccati, si alimenta la carità, si fortifica la fede, si rallegra lo spirito, si fugge la tristezza.

 
 
GAETA (Lt). SUOR ZENAIDA 25 ANNI DI PROFESSIONE RELIGIOSAultima modifica: 2013-06-08T00:14:00+00:00da pace2005
Reposta per primo quest’articolo