A Roma con Papa Benedetto l’apertura dell’anno della fede dell’arcidiocesi di Gaeta

250px-Giovannixxiii.jpgDSC_0882_2048x1365-1024x682.jpgFoto-0109.jpgL’apertura ufficiale dell’anno della fede dell’arcidiocesi di Gaeta avverrà a Roma in Piazza San Pietro, l’11 ottobre 2012, dove sarà il Papa Benedetto XVI a presiedere il solenne rito di inizio di questo anno speciale dedicato al dono della fede. L’Arcivescovo, monsignor Fabio Bernardo D’Onorio, guiderà l’Azione Cattolica Diocesana alla Fiaccolata che ricorderà a Roma il prossimo 11 ottobre l’apertura del Concilio Ecumenico Vaticano II . S.E. Mons. Fabio Bernardo D’Onorio accompagnerà a Roma circa trecento soci insieme al Presidente diocesano. In occasione dell’apertura dell’anno della fede, indetto da Papa Benedetto XVI per ricordare i 50 anni dell’inizio del Concilio Vaticano II, l’arcivescovo ha inviato una lettera pastorale dal titolo  “Fondati e saldi sulla fede” .. E sulla ricorrenza del 50 anniversario dell’apertura del Concilio Vaticano II e sull’anno della fede, scrive monsignor D’Onorio: “Il Concilio è stato il più grande dono di grazia fatto alla Chiesa nel ventesimo secolo. Ma questa mirabile iniziativa è rimasta in parte “opera incompiuta” perché incompleta è stata la sua recezione e ancora parziale, di conseguenza, la sua applicazione” Sull’importanza dell’anno della fede per l’intera chiesa cattolica e per la chiesa di Gaeta, l’arcivescovo mette in risalto, nella lettera pastorale, alcune priorità: “Le circostanze attuali rendono assai significativa e illuminante la scelta del Sommo Pontefice di riproporre alla Chiesa e al mondo un simile cammino di riflessione, riscoperta e celebrazione della fede in un momento della storia in cui l’indifferenza religiosa diviene sempre più marcata e dominante. La professione della fede è atto personale. A suo sostegno si pone la Chiesa in quanto comunità dove è possibile realizzare l’incontro con il Dio che si rivela e nutrire l’adesione al Signore tramite la Liturgia e in particolare mediante i Sacramenti. La predicazione ecclesiale parte dalla fede della comunità e, al tempo stesso, ne alimenta la fede; presuppone la fede già esistente nei credenti e contemporaneamente sostiene e perfeziona la fede immatura o debole dei piccoli e di coloro che sono incerti. Nella situazione di diffusa scristianizzazione in cui ci troviamo è davvero urgente riproporre i capisaldi e le fondamenta del nostro credere poiché solo la fede introduce alla vita di comunione con Dio permettendo l’ingresso nel grembo della sua Chiesa”.

 

A Roma con Papa Benedetto l’apertura dell’anno della fede dell’arcidiocesi di Gaetaultima modifica: 2012-10-10T17:22:00+00:00da pace2005
Reposta per primo quest’articolo